logo home

IMPOSTE INDIRETTE – IVA – Sez. 5 – , Ordinanza n. 5339 del 27/02/2020

Sez. 5 – , Ordinanza n. 5339 del 27/02/2020

IVA – Operazioni inesistenti – Conoscenza o conoscibilità da parte del soggetto passivo della evasione dell’IVA – Regime della prova anche mediante presunzioni semplici.

In tema di detrazione dell’IVA per operazioni inesistenti, la prova della conoscenza da parte del soggetto passivo o la prova che lo stesso avrebbe dovuto sapere che la cessione di beni si iscriveva da una evasione dell’imposta, può essere offerta dall’Amministrazione anche mediante presunzioni semplici, ai sensi dell’art. 54, comma 2, del d.P.R. n. 633 del 1972,  in conformità ai principi espressi dalla giurisprudenza della Corte di giustizia (Corte giustizia 22 ottobre 2015, C- 277/4). Ne consegue che l’Ufficio può valorizzare, nel quadro indiziario, quegli elementi sintomatici della mancata esecuzione della prestazione dal fatturante, quali l’assenza della minima dotazione personale e strumentale adeguata alla predetta esecuzione, l’immediatezza dei rapporti (cedente/prestanome fatturante interposto e cessionario/committente) a fronte di una conclamata inidoneità allo svolgimento dell’attività economia e ad una non corrispondenza tra i cedenti e la società coinvolta nell’operazione.

 

 

 

link per la sentenza

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi