logo home

NEWS CASSAZIONE – IMPOSTE INDIRETTE – IVA – sentenza n. 2320 del 31.1.2020

Le S.U. della Corte di Cassazione con sentenza n. 2320 del 31.1.2020, a composizione di contrasto di giurisprudenza, hanno affermato i seguenti principi di diritto:

“a) In caso di richiesta di rimborso di un credito IVA, l’Amministrazione finanziaria, che abbia chiesto e ottenuto garanzia dal contribuente in base all’art. 38 bis, comma 1, del d.P.R.  n. 633 del 1972, non può fare uso, durante il periodo di vigenza di detta garanzia, degli strumenti cautelari, rispetto ad essa alternativi, previsti dagli artt. 23, comma 1, del 472 del 1997 e 69 del r.d. n. 2440 del 1923”

b)Nel caso in cui un atto di irrogazione delle sanzioni sia stato annullato in tutto o in parte con sentenza anche non definitiva cessa di avere efficacia il provvedimento di sospensione del pagamento del credito vantato dall’autore della violazione o dai soggetti obbligati in solido nei confronti dell’amministrazione finanziaria emesso ai sensi dell’art. 23, comma 1, del d.lgs. n. 472 del 1997”

 

link per la sentenza

error: Content is protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi