logo home

Sez. 5, Sentenza n. 10275 del 12/4/2019

ACCERTAMENTO Sez. 5, Sentenza n. 10275 del 12/4/2019 Accertamento – Autorizzazione del Procuratore della Repubblica all’accesso domiciliare – Necessità – Conseguenze in tema di utilizzabilità degli atti consegnati spontaneamente dal contribuente In tema di accertamento tributario, in presenza di gravi indizi di violazione delle norme tributarie,  è indispensabile per l’accesso domiciliare ex art. 33 del d.P.R. n. 600 del 1973 e 52 del d.P.R. n. 633 del 1972,   l’autorizzazione del Procuratore della Repubblica. La mancanza di tale autorizzazione  inficia la legittimità dell’atto di accertamento, con la conseguenza che, anche nel caso in cui  il contribuente abbia consegnato spontaneamente la documentazione, la stessa è inutilizzabile ai fini delle contestazioni impositive.   Conf. Cass. n. 673 del 2019   TORNA ALLA PAGINA PRINCIPALE


QUESTA E UN ANTEPRIMA DEL CONTENUTO RISERVATO AI MEMBRI DEL SITO. SE SEI UN UTENTE ESISTENTE, EFFETTUA IL LOGIN. I NUOVI UTENTI POSSONO CONTATTARE LA AMT PER ESSERE REGISTRATI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi