logo home

N. 2 – IRPEF – Corte di Cassazione, sentenza n. 15343 del 6 giugno 2019

N.2

IMPOSTE DIRETTE

IRPEF  –Corte di Cassazione, sentenza n. 15343 del 6 giugno 2019

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 15343 del 6 giugno 2019 ha affermato il principio secondo cui l’indeterminabilità delle componenti negative del reddito di impresa che, ai sensi dell’art. 75 comma primo, d.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917, attuale art. 109 TUIR, consente al contribuente di derogare al generale principio per cui le suddette componenti vanno imputate all’esercizio di competenza, sussiste non già per il solo fatto che il creditore del contribuente non abbia quantificato la propria pretesa ovvero non abbia emesso la fattura per le prestazioni erogate, ma solo quando tale quantificazione sia stata impedita da circostanze obiettive, la cui indicazione è posta a

 

error: Content is protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi